8 marzo: perché la festa della donna nel 2024 è ancora una ricorrenza fondamentale

8 Marzo 2024
8 marzo: perché la festa della donna nel 2024 è ancora una ricorrenza fondamentale

L’8 marzo si celebra la Giornata Internazionale della donna, che venne istituita per la prima volta nel 1907 a Stoccolma, in occasione del Quinto Congresso della Seconda Internazionale Socialista. È una ricorrenza che nasce per ricordare le lotte e le conquiste delle donne in ambito politico, sociale ed economico.

A distanza di quasi 120 anni, la festa della donna nel 2024 è una data più che mai fondamentale per il cammino verso la conquista dei diritti civili e sociali. Infatti, nonostante gli enormi progressi, esistono ancora molte disparità tra uomo e donna: la parità salariale è ancora lontana, la violenza di genere è una pratica ancora diffusa in alcuni paesi e un comportamento accettato in altri.

La festa della donna ha origine nei movimenti socialisti e femministi che si svilupparono tra la fine del’Ottocento e l’inizio del Novecento, in particolare negli Stati Uniti e in Europa.

Oltre ai giorni dell’Internazionale Socialista, di cui abbiamo già parlato, il primo evento che si può considerare l’antesignano della festa della donna fu il Woman’s Day, organizzato il 28 febbraio 1909 a New York per rivendicare il diritto di voto, il miglioramento delle condizioni di lavoro e la pace.

Nel 1910, a Copenaghen, la leader socialista tedesca Clara Zetkin propose di istituire una giornata internazionale delle donne, da celebrare ogni anno in una data diversa in ogni paese. L’anno successivo, la prima Giornata Internazionale delle Donne fu festeggiata in diverse nazioni europee.

Il 25 marzo 1911, un tragico incendio nella fabbrica tessile Triangle di New York causò la morte di 146 lavoratrici, in gran parte immigrate.

In Russia, nel pieno della Grande Guerra, l’8 marzo 1917 (calendario giuliano) le donne scesero in piazza per protestare contro il regime zarista e chiedere la ritirata dell’esercito dal conflitto. Secondo molti, quell’avvenimento fu la scintilla che fece scoppiare la Rivoluzione Bolscevica.

È nel 1977 che l’ONU riconobbe ufficialmente l’8 marzo come Giornata Internazionale per i diritti delle donne e la pace internazionale.

 

Entra in contatto oggi

Altri articoli di notizie
Sagra del Carciofo Ladispoli
11 Aprile 2024
Siamo nella settimana più frenetica dell’anno, in pieno clima Sagra del carciofo romanesco. Un ev...
Pasqua e tradizioni dal mondo: quanto ne sai?
29 Marzo 2024
Sapete già come festeggerete Pasqua? Ma soprattutto, sapete già come si celebra questa giornata...
La migliore sfilata in maschera del Carnevale di Venezia 2024
12 Febbraio 2024
Carnevale di Venezia 2024: eletta la maschera più elaborata, più fantasiosa e più legat...